Il tuo browser non supporta JavaScript!

News / Notizie / Issues

Sessant'anni di TV italiana. Presente e futuro del piccolo schermo
News > Notizie > Issues
27.04.2015

Apr

27

La RAI, Radiotelevisione italiana, ha compiuto nel 2014 sessant’anni, avendo inaugurato ufficialmente le trasmissioni il 3 gennaio 1954. Un compleanno che coincide con quello dell’arrivo della tv in Italia. Sessant’anni di storia sono molti, moltissimi se rapportati al calendario della tecnologia. In poco meno di un decennio, grazie ai media digitali, a Internet, la tv ha subito un cambiamento radicale. I saggi contenuti nel numero 1/2015 "Sixty Years of Italian TV. The Medium’s Past and Future" (curato da Aldo Grasso) dialogano con i sessant’anni di vita della televisione italiana illuminando in una prospettiva di storia culturale alcune questioni che hanno assunto una rilevanza cruciale nel direzionare il rapido percorso di istituzionalizzazione del piccolo schermo in Italia e discutono alcune delle sue principali successive trasformazioni.

Continua >
(En)gendered creativity. Actors Agencies Artifacts
News > Notizie > Issues
14.01.2015

Jan

14

Il monografico del n. 3/2014 di CS (a cura di Alice Cati, Mariagrazia Fanchi e Rosanna Maule) esplora le forme che la creatività maschile e femminile sta assumendo, con un duplice intento, In primo luogo contribuire a illuminare la genesi dell’industria creativa, intesa come combinazione fra processi produttivi (istituzioni, soggetti, pratiche, competenze) istituzionali e processi produttivi (soggetti, modalità, forme, stili) bottom up. In secondo luogo cogliere le eventuali criticità che tale sistema sta rivelando.

Continua >
Raccontare le soglie della vita. I temi bioetici di inizio e fine vita nel cinema e nella serialità televisiva
News > Notizie > Issues
16.10.2014

Oct

16

Come testimonia un’ormai consistente produzione di film e serie televisive, la bioetica è un ottimo argomento di racconto per lo schermo. È un campo generoso di spunti, perché ricco di dilemmi morali, che sono elemento essenziale a rendere una storia coinvolgente. Offrono materiale drammatico le possibilità e le incognite della genetica. Lo offrono le scelte medico-sanitarie che hanno a che fare con opzioni di vita e di morte dei pazienti. Lo offre la libertà di questi ultimi di fronte a possibilità di intervento cresciute esponenzialmente insieme con gli interrogativi sulla loro liceità e sulle loro implicazioni. Questo volume monografico di CS, curato da Paolo Braga e Armando Fumagalli, affronta il binomio “bioetica-racconto audiovisivo” attraverso l'analisi di film che hanno conquistato ampia risonanza nell’immaginario narrativo contemporaneo (Juno, Million Dollar Baby, Gattaca, Blade Runner, Scrubs) e film indipendenti (La famiglia Savage, La custode di mia sorella) o serie tv di nicchia (Boss).

Continua >

Ultimo fascicolo

Anno: 2020 - n. 1

Sommario »

Newsletter CS

* campi obbligatori
Academia.edu