Vittima o carnefice? La rappresentazione della donna nel gotico italiano - Deborah Toschi - Vita e Pensiero - Articolo Comunicazioni Sociali Vita e Pensiero

Vittima o carnefice? La rappresentazione della donna nel gotico italiano

digital Vittima o carnefice? La rappresentazione della donna nel gotico italiano
Articolo
rivista COMUNICAZIONI SOCIALI
fascicolo COMUNICAZIONI SOCIALI - 2007 - 2. Genere e generi. Figure femminili nell'immaginario cinematografico italiano
titolo Vittima o carnefice? La rappresentazione della donna nel gotico italiano
autore
editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 02-2007
issn 0392-8667 (stampa) | 1827-7969 (digitale)
Scrivi un commento per questo prodotto
€ 6,00

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

The analysis of the fantastic and horror production of the 1960s offers a surprising evidence: taking the distances from the standards of gender, the autochthonous production differs from other for the presence of female protagonists, together active and seductive. Not only victims, nor masculinized heroines, but women acting as deus ex machina, without renouncing to their typically feminine features. The female characters show however an ambivalence: they are heroines, but also monsters. They leave open questions on the role of genre in the emancipation process of women.

Ultimo fascicolo

Anno: 2021 - n. 2

Newsletter CS

* campi obbligatori
Academia.edu

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento