Libri di Andrea Miconi - libri Comunicazioni Sociali Vita e Pensiero

Andrea Miconi

Libri dell'autore

In Facebook We Trust? Social media e partecipazione politica tra i giovani di Italia e Tunisia digital
formato: Articolo | COMUNICAZIONI SOCIALI - 2020 - 1. Legacy Media Reloaded
Anno: 2020
The article shows the results of a qualitative research on the use of social media by Tunisian and Italian youth, which is part of a broader project on Mediterranean digital culture. More precisely, this work is based on a series of focus groups, and aims at analyzing political participation, engagement and citizen journalism, by focusing on two countries deeply affected by digital propaganda – in Italy, with the growing popularity of Five Star Movement among young people, and in Tunisia with all aftermaths of the Arab Spring...
€ 6,00
A partire da Grillo: un potere carismatico per il Web? digital
formato: Articolo | COMUNICAZIONI SOCIALI - 2015 - 1. Sixty years of Italian TV
Anno: 2015
Beppe Grillo: a charismatic leader for the Web? The article will analyze the resurfacing of charismatic power through the Web 2.0, by paying attention to the rise of Beppe Grillo as a political leader...
€ 6,00
Uno squilibrio non prevedibile. Concentrazione e potere nel web 2.0 digital
formato: Articolo | COMUNICAZIONI SOCIALI - 2012 - 2. Critica della ragion socievole. Le teorie davanti alla problematicità del web 2.0
Anno: 2012
RIASSUNTO L’articolo analizza un problema sotterraneo nella vasta produzione recente sui lati oscuri di Internet: i meccanismi di concentrazione attivi sulla rete, nel livello profondo che regola le connessioni, già messi a nudo dalla scoperta della natura power law del web. Le ricerche successive, poi, hanno svelato meccanismi di concentrazione simili anche al livello più manifesto degli usi: i link che regolano la blogosfera, le responsabilità decisionali su Wikipedia. Una tendenza apparentemente contraria alla legge distribuita del web, resa con crudezza da una recente ricerca del 2011, condotta da Wu, Mason et al., che ha mostrato come, su Twitter (e su un campione di 260 milioni di scambi), lo 0,05% degli utenti sia responsabile del 50% dei messaggi. Insieme ad una rassegna di queste rilevazioni, l’articolo affronta una questione di ampia portata: se le ricerche quantitative svelano che la vita sul web – a dispetto della retorica partecipativa di cui è ammantata – è regolata da leggi di concentrazione delle attività, quali sono le conseguenze sulla teoria dei media? Fino a che punto restano valide, a fronte di questa evidenza, le teorie fondate su un’idea democratica e paritaria della rete, e quale modello di potere emerge invece da questa legge? SUMMARY This essay analyses an underlying problem in the recent vast production on the dark sides of internet: concentration mechanisms active on the web, at that deep level which regulates connections, already highlighted by the discovery of web power law nature. Later research uncovered similar concentration mechanisms at a more manifest level: links regulating the blog-sphere and decision responsibilities on Wikipedia. A trend apparently opposed to the rule supplied by the web, barely conveyed by a recent 2011 research conducted by Wu, Mason et al., which showed how, on Twitter (and over a sample of 260 million exchanges), 0,05% of users are responsible for 50% of messages. Together with a report on these revelations, the article deals with a wide reaching issue: if quantitative research reveals that life over the web – in spite of the participative rhetoric blanketing it – is regulated by activity concentration laws, what are the consequences of the media theory? To what extent are the theories of a democratic and equal web valid, and what power model emerges from this law?
€ 6,00
 

Ultimo fascicolo

Anno: 2021 - n. 2

Sommario »

Newsletter CS

* campi obbligatori
Academia.edu

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento