Il tuo browser non supporta JavaScript!

La pratica teatrale nell'esperienza di un insegnante conduttore:

digital La pratica teatrale nell'esperienza di un insegnante conduttore:
Articolo
rivista COMUNICAZIONI SOCIALI
fascicolo COMUNICAZIONI SOCIALI - 2011 - 2. Per-formazione. Teatro e arti performative nella scuola e nella formazione della persona
titolo La pratica teatrale nell'esperienza di un insegnante conduttore:
autore
editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 02-2011
issn 03928667 (stampa) | 18277969 (digitale)
Scrivi un commento per questo prodotto
€ 6,00

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

Studi più che decennali sull’importanza del teatro nella prassi pedagogica non hanno fatto superare le sostanziali resistenze che l’istituzione scolastica continua a manifestare verso le arti performative. Attraverso una narrazione sommaria dell’esperienza teatrale fatta a Bergamo da un gruppo di alunni nei tre anni della scuola secondaria di primo grado con un insegnante conduttore, il saggio evidenzia come questo percorso li abbia accompagnati nella costruzione più armoniosa della propria identità; come l’esperienza di scrittura collettiva sia stata significativa sia per il gruppo dei partecipanti, sia per l’istituto che li ha visti progredire. La pratica teatrale si è ben inserita nella routine della classe, grazie alla figura dell’insegnante conduttore, che non è un esperto esterno ma è parte integrante del corpo professionale. In questo modo, l’esperienza è riuscita a soddisfare molte delle Indicazioni per il curricolo, che rivelano però anche uno sfondo teorico ‘ostile’ al teatro. La riflessione sul coinvolgimento simbolico evidenzia come la pratica teatrale possa contribuire a conferire ‘senso’ all’esperienza scolastica e umana in generale, a superare la frammentazione dell’essere e del sapere.

More than ten-year studies on the importance of theatre in pedagogical practices have not overcome the substantial resistance that the school system continues to show towards the performing arts. Through a concise narration of the theatrical experience made in Bergamo by a group of pupils in the three years of the secondary school with a teacher conductor, the paper shows that this path has accompanied them in a more harmonious construction of their identity; and how the collective writing experience was significant, both for the group of participants, and for the institution that has seen them progress. The practice of acting is now well into the routine of the class, thanks to the figure of the teacher leader, who is not an outside expert but an integral part of the professional body. In this way, the experience has answered many of the Guidelines for the Curriculum, which, however, also reveals a theoretical background ‘hostile’ to the theatre. The reflection on the symbolic involvement shows how the theatrical practice can help to give ‘meaning’ to the school and human experience in general, to overcome the fragmentation of knowledge and being.

Ultimo fascicolo

Anno: 2019 - n. 2

Newsletter CS

* campi obbligatori
Academia.edu